Longobucco: il 3 aprile presentazione di “Restare”, l’ultimo libro di Ferraro

Longobucco – Il 3 aprile 2019, alle ore 10.30, presso la Sala consigliare del comune di Longobucco si terrà una iniziativa sulla Prima guerra mondiale con la presentazione del recente volume di Giuseppe Ferraro “Resistere. Trincea e prigionia nell’archivio Barberio”, con le biografie dei soldati italiani prigionieri a Dunaszerdahely in Ungheria. L’amministrazione comunale di Longobucco, regalerà agli alunni delle scuole del comune di Longobucco copia del volume. con questa iniziativa ha voluto proporre alle scuole e alla comunità civile un momento di formazione e conoscenza sui difficili anni della Prima guerra mondiale. I lavori della conferenza saranno introdotti da Bruno De Luca, consigliere comunale delegato alle attività culturali, Dr. Giovanni Pirillo, sindaco di Longobucco, dall’avvocato Mario Lapietra, assessore alla cultura. Seguiranno gli interventi del Prof. Giuseppe De Rosis, del Dott. Franco Cirò, della prof. Maria Francesca Corigliano, assessore alla cultura della Regione Calabria, della Dottoressa Anna Maria Di Cianni dirigente scolastico. La presentazione gode di importanti patrocini tra cui quello del nostro istituto di cui l’autore è dirigente e della Regione Calabria che hanno seguito e sostenuto il progetto, e della Deputazione di Storia patria per la Calabria. Continua a leggere

A S. Giovanni in Fiore si parla del volume “Resistere” con le conclusioni del presidente Mario Oliverio

Giovedì 14 marzo a San Giovanni in Fiore, per iniziativa dell’assessore comunale Milena Lopez e del sindaco Giuseppe Belcastro, importante appuntamento culturale con la collaborazione dell’Icsaic. Sarà presentato, infatti, il volume «Resistere» Trincea e prigionia nell’Archivio Barberio», curato da Giuseppe Ferraro, storico e dirigente del nostro istituto, volume che ha studiato i diari e le carte del capitano Bernardo Barberio di San Giovanni in Fiore. Il volume è stato realizzato nell’ambito di un progetto finanziato dalla Regione Calabria, progetto che ha riguardato la Prima guerra mondiale e il ruolo della eroica Brigata Catanzaro. Dopo l’introduzione dell’Assessore Lopez e i saluti del sindaco Belcastro interverranno l’assessore regionale alla Cultura Maria Francesca Corigliano, il presidente e il direttore del nostro istituto, Paolo Palma e Vittorio Cappelli, Pantaleone Sergi presidente te del Centro di Ricerca sulle migrazioni, e il nostro socio Mario Saccà. Le conclusioni sono affidate al presidente della Regione Calabria on. Mario Oliverio a cui si deve l’idea della ricerca e della pubblicazione del volume. L’appuntamento è fissato per le 16,30, presso la Sala Consiglio del Municipio di San Giovanni in Fiore.

Per gentile concessione dell’editore Pellegrini pubblichiamo la Presentazione al volume firmata dal presidente Mario Oliverio.

Presentazione di MARIO OLIVERIO

La Prima Guerra Mondiale, uno dei conflitti più sanguinosi di sempre, ha rappresentato uno spartiacque nella storia europea e italiana. Eserciti di nazioni che si definivano evolute si sono scontrati sui campi di battaglia e tra le spaventose trincee in cui le innovazioni della tecnica applicate alla guerra hanno generato terrore e morte per milioni di giovani europei che lì hanno lasciato le loro vite e le loro speranze. Una complessa fase della storia europea, appellata “inutile strage” da Benedetto XV, che è stata anche percorsa da ideali e tendenze politiche di riscatto nazionalista, in Italia come epilogo del Risorgimento per le terre irredente di Trento e Trieste, e in altri teatri, invece, divenuta occasione di rivoluzioni di massa e rivolgimenti ideologici che hanno mutato l’assetto dell’ordine mondiale.

Continua a leggere

A Rossano “Giornata di studi e ricerche didattiche sul pregiudizio razziale”

Martedì 12 Febbraio 2019 alle ore 9.15 presso la Sala rossa di palazzo San Bernardino (Rossano), si tiene la “Giornata di studi e ricerche didattiche sul pregiudizio razziale”. Nella giornata, organizzata dagli studenti del liceo classico e artistico San Nilo verranno presentati laboratori didattici riguardanti tematiche legate al tema del pregiudizio razziale dall’età medievale a quella contemporanea, nella sua dimensione anche di genere. I laboratori saranno intervallati da gradevoli intermezzi musicali. La giornata ha come fine ultimo la riflessione sulla costruzione culturale e sociale del pregiudizio razziale nei secoli. Queste attività e iniziative rientrano all’interno del percorso formativo e didattico tracciato dal dirigente del Polo liceale di Rossano il Prof. Antonio F. Pistoia. L’iniziativa è patrocinata da alcuni enti di ricerca come il nostro istituto (rappresentato dal presidente Paolo Palma e da Giuseppe Ferraro), la Deputazione di Storia patria per la Calabria e l’Istituto nazionale per la Storia del Risorgimento italiano comitato di Cosenza. Di seguito il programma Continua a leggere

La “Giornata della Memoria” a Lauria: studenti protagonisti contro pregiudizio e indifferenza di ieri e di oggi

LAURIA (Potenza) – Si è tenuto presso la Sala Atomium dell’IIS “N. Miraglia” di Lauria un incontro dedicato alla “Giornata della memoria” organizzato dall’ANPI sezione di Lauria – Valle del Noce in collaborazione con gli Istituti scolastici cittadini. Il dirigente scolastico del Miraglia, Natale Straface, ha aperto i lavori del convegno che ha visto coinvolti gli studenti del Miraglia e dell’istituto Ruggero di Lauria in un dibattito, risultato fecondo di contributi, con il giornalista e storico Pantaleone Sergi, che ha parlato dell’indifferenza di ieri e di oggi davanti ai pericoli del razzismo, della xenofobia e dell’antisemitismo e ha spiegato che la memoria storica deve essere rafforzata per affrontare i problemi attuali, e lo storico Giuseppe Ferraro rappresentante dell’ICSAIC, l’Istituto calabrese per la storia dell’Antifascismo e dell’Italia contemporanea, il quale ha sviluppato, con l’ausilio di appropriate immagini, il tema della genesi e dei mutamenti del pregiudizio che ha portato all’orrore della Schoa. Continua a leggere

Nelle scuole di Lauria il Giorno della Memoria con la partecipazione di Icsaic e Anpi

Nella sala Atomium dell’IIS “N. Miraglia” , con la collaborazione dell’Anpi, sezione di Lauria-Vallenoce e del nostro istituto, il 26 gennaio si celebra a Lauria, in provincia di Potenza, la “Giornata della memoria 2019”. Dopo i saluti del dirigente scolastico Natalino Straface e del rappresentante dell’ANPI Lauria-Vallenoce, Antonio Cosentino, gli studenti degli istituti superiori Miraglia e Ruggiero di Lauria discutono con Giuseppe Ferraro, storico dell’Icsaic e con Pantaleone Sergi, giornalista e storico, già presidente dell’Icsaic, sul “Perché è necessaria la memoria storica”, facendo tesoro di quanto ha scritto Primo LevI: “Meditate che questo è stato”. Si tratta di un appuntamento importante al quale il nostro istituto ha dato la sua completa collaborazione.

“Il pregiudizio razziale genesi e confronti”: ricordo di Liceo Artistico e Icsaic il 24 a Luzzi

Ricordare attraverso le immagini dopo 74 anni. Con questo intento il Liceo Artistico “Emilio Iuso” di Luzzi e l’Icsaic hanno organizzato per giovedì 24 gennaio una giornata di riflessione su “Il pregiudizio razziale genesi e confronti”. Il 27 gennaio 1945 i soldati dell’Armata Rossa abbattevano i cancelli di Auschwitz e liberavano i prigionieri sopravvissuti allo sterminio del campo nazista. Le truppe liberatrici, entrando nel campo di Auschwitz-Birkenau, scoprirono e svelarono al mondo intero il più atroce orrore della storia dell’umanità: la Shoah. Dalla fine degli anni Trenta al 1945 in Europa, come è noto, furono deportati e uccisi circa sei milioni di ebrei. Di tutto questo, dopo i saluti del sindaco Umberto Federico e della dirigente scolastica dell’Istituto omnicomprensivo di Luzzi Adele Zinno, parlerà lo storico Giuseppe Ferraro dell’Icsaic. A moderare l’incontro con gli studenti sarà la professoressa Emilia Corniola.

Cropalati, “La Prima guerra mondiale. Onore e gloria a chi ha lottato per la pace, la giustizia e la libertà. Mai più trincee”

Con la collaborazione dell’amministrazione comunale, dell’Icsaic e della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, Cropalati ha ricordato il Centenario della Grande Guerra con un concorso dal titolo: “La Prima guerra mondiale. Onore e gloria a chi ha lottato per la pace, la giustizia e la libertà. Mai più trincee”. La manifestazione, il 21 dicembre, al Teatro comunale con la presenza degli studenti dell’I.C. B. Bennardo del luogo. Dopo i saluti del sindaco Luigi Lettieri, gli interventi di Giuseppe Ferraro (Comitato scientifico Icsaic e Depurazione di Storia Patria) e  Cinzia D’Amico, dirigente scolastica dell’Istituto B. Bennardo, e le conclusioni di Michela Boccuti, assessore alla cultura del comune di Cropalati.

Grande Guerra, convegno e cerimonie. Mormanno celebra il Centenario della Vittoria

Il 15 e 16 dicembre 2018 Mormanno ricorda il Centenario della vittoria nazionale della Grande Guerra 1915 – 1918 e il novantesirno anniversario di inaugurazione del Faro votivo, monumento regionale ai circa 20 mila caduti della Calabria. Il programma prevede per il 15 dicembre alle 16 una sfilata della fanfara degli “Alpini d’Abbruzzo” da villa S. Rocco per le vie del paese.Un’ora dopo, alle 17 presso la Sala Consiliare, si terrà un convegno su “Calabresi per la Patria: l’intervento della Calabria nel primo conflitto mondiale”. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Giuseppe Regina e del prof. Vittorio Cappelli direttore dell’Icsaic, sono previsti gli intervento del prof. Giuseppe Ferraro dottore di ricerca dell’Università di San Marino e dirigente dell’Icsaic che si soffermerà su “Il colpo di tuono. Da guerra europea a conflitto totale 1848-1914”, mentre  il Gen. Pasquale Martinello presidente Associazione Calabria in armi” parlerà su tema “La Calabria al fronte, dalla chiamata di leva al congedo militare, 1915-1918”. In serata, alle 20,  in Piazza Umberto I, Esibizione e Carosello della Fanfara “Alpini d’Abbruzzo”. Continua a leggere

“Anoia e la Grande Guerra”: sabato 15 con l’Icsaic presentazione del volume di Giovanni Quaranta

“Anoia e la Grande Guerra”: è il titolo del volume di Giovanni Quaranta, Deputato di Storia Patria per la Calabria, che sarà presentato sabato 15 dicembre prossimo alle 16 nella Chiesa “Vecchia” di San Nicola di Anoia, in provincia di Reggio Calabria. Il volume di Quaranta, che ben si inserisce nel progetto sulla Grande Guerra che il nostro istituto sta portando avanti da ormai un anno con iniziative diverse, come spiega l’autore «è un doveroso omaggio alla memoria dei nostri nonni che combatterono con indicibili sofferenze nelle lontane terre del nord Italia».

Dopo i saluti del parroco di Anoia, don Cesare Di Leo, ci saranno le relazioni del prof. Pantaleone Sergi, presidente dell’Icsaic e Deputato di Storia Patria per la Calabria, e della dott.ssa Maria Fortunata Minasi Direttore dell’Archivio di Stato di Reggio Calabria. Il dibattito sarà moderato dal prof. Agostino Formica, Deputato di Storia Patria per la Calabria, e sarà concluso dall’autore. Continua a leggere

“Dialogo con la storia”: confronto sulla “Grande Guerra” al Lucrezia della Valle di Cosenza

Un momento dell’incontro con docenti e studenti al Liceo Lucrezia della Valle

Continuano le attività dell’Istituto calabrese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea sul tema del centenario della Prima guerra mondiale con incontri nelle scuole e varie attività di didattica e ricerca. Su iniziativa della dirigente del Liceo Lucrezia della Valle di Cosenza, Loredana Giannicola, martedì 4 dicembre gli studenti dei vari indirizzi, ognuno dei quali aveva preparato dei progetti sul tema (video, relazioni, una mostra con importanti fonti documentarie e cimeli sulla prima guerra mondiale), ha “dialogato con  la storia”. Durante la mattinata si è avviata anche una dinamica discussione sul tema condotta dal prof. Michele Giacomantonio con due esperti del tema il professore Giuseppe Trebissace ordinario di storia della pedagogia presso l’università della Calabria e Giuseppe Ferraro membro del comitato scientifico e responsabile scuola e didattica del nostro Istituto. La mattinata ha visto anche l’esibizione del coro della scuola.

Il direttore Cappelli a Napoli per parlare del Sessantotto in Calabria

Il direttore del nostro Istituto, prof. Vittorio Cappelli, nei giorni scorsi, ha partecipato a Napoli a un convegno organizzato dell’Istituto per la Resistenza “Vera Lombardi” sul tema “Il 68 visto da Sud”, convegno che si è svolto alla Casina Pompeiana. In una tavola rotonda a cui hanno partecipato anche il prof.  Guido D’Agostino e il prof.  Pino Ippolito, Cappelli ha parlato del Sessantotto nella Calabria, in particolare sulle province di Catanzaro, Vibo, Cosenza e Crotone. Continua a leggere

Iniziative a Corigliano Rossano e Cosenza per ricordare gli eroici fanti della Catanzaro

Una immagine della partecipata celebrazione del primo centenario della fine della GrandeGuerra tenutasi mercoledì 7 novembre 2018 all’Auditorium Guarasci di Cosenza. Tra i relatori il prof. Vittorio Cappelli e il prof. Giuseppe Ferraro dell’Icsaic.

Un momento con la Fanfara dei Bersaglieri del Primo Reggimento di Cosenza nel corso dell’incontro dibattito su “Gli eroi della Brigata Catanzaro” e la Grande Guerra alla Biblioteca Nazionale di Cosenza, l’8 novembre 2018. Tra i relatori il prof. Giuseppe Ferraro dell’Icsaic.

Corigliano Rossano il 6, Cosenza il 7, e ancora Cosenza l’8 novembre: continua incessante l’impegno del nostro istituto negli incontri e nei dibattiti per ricordare, con un fitto progetto, il Centenario della Grande Guerra e, in particolare, la storia degli eroici fanti della Brigata Catanzaro. Un impegno costante iniziato nel gennaio passato con incontri nelle scuole, assieme a enti locali e istituzioni culturali che ha visto impegnati molti studiosi dell’Icsaic, che terminerà entro il mese di dicembre quando verrà presentato il volume di Giuseppe Ferraro dal titolo «Resistere». Trincea e prigionia nel’Archivio Barberio, edito da Pellegrini.

Sapri, l’istituto Leonardo da Vinci e l’Icsaic hanno ricordato la Grande Guerra

Un centinaio di studenti. Attenti. Interessati all’argomento. È stato un appuntamento molto partecipato quello che si è svolto nell’Istituto Leonardo Da Vinci di Sapri, in provincia di Salerno, per ricordare gli eventi della Grande Guerra a cento anni dalla sua conclusione. Grazie all’iniziativa del preside Corrado Limongi che ha moderato l’incontro apportandovi un contributo sostanziale nel merito di quanto era in discussione, è stato approfondito il ruolo del Mezzogiorno, retrovia distante, nell’ambito della Grande Guerra. Continua a leggere