Borgo Partenope: il 26 settembre presentazione del libro di Lorenzo Coscarella

Giovedì 26 settembre si terrà la presentazione del volume di Lorenzo Coscarella Borgo Partenope. Articoli e scritti su uno dei Casali di Cosenza. Il libro pone l’accento sulla storia di un territorio spesso trascurato dalla storiografia locale, portando all’attenzione del lettore aspetti della vita di una comunità che potrebbero essere ben rappresentativi del vissuto di molti piccoli centri calabresi nel corso degli ultimi secoli.
All’interno di questo excursus nella storia di un luogo, il Novecento ha inizio con un evento tragico che segnò la storia di numerosi paesi del cosentino e soprattutto del vibonese: il terremoto dell’8 settembre 1905. In seguito a questa catastrofe, l’antica Torzano fu oggetto di un progetto di ricostruzione perorato da un comitato di soccorso costituito a Napoli, la cui opera diede nuova vita al paese che cambiò nome in Borgo Partenope.
Alla presentazione, coordinata da Francesco Turco e introdotta dal parroco p. Giovanni Cananzi, interverranno la storica dell’arte Antonella Salatino e il prof. Vincenzo Antonio Tucci. Sia l’autore Coscarella che Tucci sono membri dell’ICSAIC.

È in atto una “distruzione della Storia”?

Da anni il nostro Istituto, in sinergia con la rete nazionale degli Istituti per la storia della Resistenza, per favorire la conoscenza storica è impegnato in attività su tutto il territorio regionale per far dialogare i risultati della ricerca con la didattica e la divulgazione formativa. La crisi e la fragilità che si avverte nell’odierna comunità sociale sembra essere coincisa con la diminuzione dell’attenzione prestata, a tutti i livelli, alle discipline storiche e umanistiche in senso lato, ritenute inutili o quanto meno poco spendibili sul mercato del lavoro. Continua a leggere

“Eccellenza, distruggete Diapason”: un volume sul periodico studentesco cosentino nella “stagione ribelle”

 


Il ruolo di Diapason un periodico studentesco pubblicato a Cosenza “nella stagione ribelle”, i rapporti con la Chiesa e con la sinistra: sollecitati da Luigi Gallo ne discuteranno due redattori, Annabella D’Atri, ora professoressa associata di Storia della Filosofia all’Università della Calabria, e Paolo Palma, presidente del nostro istituto. L’appuntamento è per venerdì 15 febbraio alle 18,30 alla Libreria Ubik di Cosenza, in via Galliani 4 per la presentazione del volume “Eccellenza, distruggete Diapason!” .

Per gentile concessione dell’editore ilfilorosso pubblichiamo Tra don Milani e Rosa Luxemburg  (CLICCA QUI)ultimo capitolo del saggio storico introduttivo del presidente Palma intitolato “Un giornale studentesco cattolico tra post-Concilio e ’68”. Cinquant’anni fa a Cosenza tra i giovani cattolici c’erano anche i simpatizzanti di Rosa Luxemburg, la rivoluzionaria polacca naturalizzata tedesca uccisa il 15 gennaio 1919, cento anni fa, durante la fallita rivoluzione in Germania. La vicenda del periodico studentesco Diapason ricostruita da Palma è uno spaccato di vita giovanile, in una città di provincia, aperta alle novità ecclesiali e sociali di quella “stagione ribelle”.

Il ruolo delle donne all’Assemblea costituente e l’attualità della Costituzione al Centro Civico di Arghillà

Il tavolo dei relatori

di Anna Sciarrone e Antonio Lombardo*

“Le madri costituenti: attualità ed autenticità del pensiero”: questo è il titolo dell’interessante convegno organizzato dall’Istituto Comprensivo “Radice – Alighieri” di Catona per ricordare il 70* anniversario dall’entrata in vigore della Costituzione che si è svolto martedì 29 maggio nell’affollato Auditorium “A. Ciprioti” del Centro Civico di Arghillàe e che ha visto la presenza di illustri personalità del mondo accademico e giuridico. Continua a leggere