Sapri, l’istituto Leonardo da Vinci e l’Icsaic hanno ricordato la Grande Guerra

Un centinaio di studenti. Attenti. Interessati all’argomento. È stato un appuntamento molto partecipato quello che si è svolto nell’Istituto Leonardo Da Vinci di Sapri, in provincia di Salerno, per ricordare gli eventi della Grande Guerra a cento anni dalla sua conclusione. Grazie all’iniziativa del preside Corrado Limongi che ha moderato l’incontro apportandovi un contributo sostanziale nel merito di quanto era in discussione, è stato approfondito il ruolo del Mezzogiorno, retrovia distante, nell’ambito della Grande Guerra.All’iniziativa hanno preso parte il presidente dell’istituto Pantaleone Sergi, il direttore Vittorio Cappelli e il socio Ferruccio Policicchio, intervenuto anche a nome della Deputazione di Storia Patria per la Calabria. La discussione, protrattasi per quasi due ore, ha coinvolto i numerosi studenti interessati ad approfondire la partecipazione delle regioni meridionali allo sforzo bellico, sia al fronte sia nelle lontane retrovie. Una particolare attenzione è stata dedicata alle vicende dei combattenti meridionali e quelle della Brigata Catanzaro, eroica e decimata, sui cui il nostro istituto sta portando avanti un progetto di ricerca e di divulgazione con la collaborazione della Regione Calabria.