La storia dell’eroica Brigata Catanzaro: se ne parlerà ad Aiello il 24 agosto

di BRUNO PINO

La Brigata Catanzaro,  con i suoi reggimenti, 141° e 142°, per lo più composta da soldati meridionali e calabresi in particolare, fu certamente una delle protagoniste del primo conflitto mondiale. La sua è una storia di grandi imprese e di fatti eroici, ma anche di episodi come l’ammutinamento di metà luglio del 1917, cagionato dalle estreme condizioni di continua trincea a cui furono sottoposti per lungo tempo i militi dai loro generali, episodio a cui seguì la fucilazione di diversi soldati. Della Prima Guerra Mondiale, per la quale la Calabria sacrificò oltre 20 mila morti su un totale di quasi 700 mila vittime, delle decimazioni della brigata, ma anche delle altre vicende della “Catanzaro” che ottenne anche due medaglie al valor militare (oro alla bandiera per il 141° e argento per il 142° per il comportamento valoroso che i soldati avevano tenuto tra il luglio 1915 e l’agosto 1916, per aver, per esempio, riconquistato monte Mosciagh, con le sole baionette contro il cannone, si parlerà ad Aiello Calabro il 24 agosto prossimo (piazza del Popolo, ore 18). Continua a leggere

Presentato agli “Incontri silani” il volume di Giuseppe Ferraro dal titolo “Il prefetto e i briganti”

Seconda serata, sabato 11 agosto, sella 6ª Rassegna letteraria nazionale “Incontri silani”. È stato presentato il saggio pluripremiato di Giuseppe Ferraro, dottore di ricerca in storia  contemporanea presso l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e ricercatore  e componente il comitato scientifico dell’Icsaic, dal titolo “Il prefetto e i briganti. La Calabria e l’unificazione italiana (1861-1865)”, edito da Le Monnier. Sul volume di Ferraro si è soffermato il professor Silvio Gambino, meridionalista, docente ell’Unical e già preside della Facoltà di Scienze Politiche che, magistralmente, ha spiegato i punti cardine del libro: è scaturita una importante lezione di storia del brigantaggio calabrese. «Abbiamo parlato del brigantaggio con una chiave di lettura diversa – ha spiegato Stefania Fratto, coordinatrice degli “Incontri silani”, – perché Ferraro ha rivisitato questo fenomeno, che ha caratterizzato l’Italia meridionale prima, durante e dopo l’unificazione d’Italia, descrivendo l’attività politica, sociale e istituzionale del Prefetto Guicciardi». Continua a leggere

“Diapason”: ristampato in volume il periodico studentesco cattolico che animò il ’68 a Cosenza

“Eccellenza, distruggete Diapason! Un giornale studentesco nella stagione ribelle”, è il libro che gli ex-redattori del periodico studentesco cosentino (1966-1969) hanno pubblicato per i tipi della casa editrice “ilfilorosso” a distanza di mezzo secolo, ristampandone in anastatica tutti gli undici numeri. Lo ha curato Piero Piersante, ex-redattore capo. Il volume è stato presentato martedì 19 giugno, alla Biblioteca Nazionale di Cosenza .Il titolo del libro, “Eccellenza, distruggete Diapason!” costituisce una felice sintesi della vicenda che vide protagonisti un gruppo di studenti cattolici, per lo più del liceo classico B. Telesio, che avevano aderito con entusiasmo alla nuova stagione del Concilio Vaticano II e furono progressivamente coinvolti nella contestazione del 68, al punto che e molti finirono nella sinistra extra-parlamentare, nonostante che il direttore responsabile, avv. Giuseppe D’Ippolito, fosse il capogruppo della Democrazia Cristiana nel Consiglio comunale di Cosenza. Fu così che uno dei loro genitori rivolse pubblicamente all’arcivescovo di Cosenza, mons. Domenico Picchinenna, l’accorato, paradossale appello a distruggere “Diapason” altrimenti “Diapason” avrebbe distrutto la Chiesa cosentina! Continua a leggere

Politica e politici in Calabria, il 21 giugno a Cosenza presentato il nuovo libro di Vittorio Cappelli

Giovedì 21 giugno alla libreria Ubik di Cosenza, prima presentazione del nuovo libro  di Vittorio Cappelli, direttore dell’Icsaic:  “Politica e politici in Calabria dall’Unità a oggi”. Dialogheranno con l’autore il prof. Francesco Raniolo, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Unica, l’on. Paolo Palma e il sen. Nicola Morra.  Continua a leggere

Il ruolo delle donne all’Assemblea costituente e l’attualità della Costituzione al Centro Civico di Arghillà

Il tavolo dei relatori

di Anna Sciarrone e Antonio Lombardo*

“Le madri costituenti: attualità ed autenticità del pensiero”: questo è il titolo dell’interessante convegno organizzato dall’Istituto Comprensivo “Radice – Alighieri” di Catona per ricordare il 70* anniversario dall’entrata in vigore della Costituzione che si è svolto martedì 29 maggio nell’affollato Auditorium “A. Ciprioti” del Centro Civico di Arghillàe e che ha visto la presenza di illustri personalità del mondo accademico e giuridico. Continua a leggere

“Cent’anni… dal Savuto al Nord-Est”. Il 2 giugno a Marzi dibattito sulla Grande Guerra e sul libro di Fabrizio Perri

Nell’ambito del progetto sul Centenario della prima Guerra mondiale, in collaborazione con il Comune di Marzi, il nostro istituto ha organizzato una giornata di riflessione sulla Grande Guerra e la Brigata Catanzaro, L’iniziativa “Cent’anni… dal Savuto al Nord-Est” si svolgerà il prossimo 2 giugno elle 17 nel Casale della Cultura di Marzi. Nell’occasione sarà presentato il volume “I caduti marezzi nella Grande Guerra”, una ricerca dello storico Fabrizio Perri. Dopo l’intervento del sindaco di Marzo Rodolfo Aiello, interverranno il prof. Flavio Ninpo, dicente di materie letterarie, il prof. Leonardo Fakbo, storico e dirigente dell’Icsaix, Eugenio Maria Gallo, docente d Lettere, e il rpof. Pantaleone Sergi, storico e presidente dell’Icsaic. Coordinerà i lavori il giornalista Gaspare Stampo, direttore di “Confluenze” e di “Savutoweb”. Continua a leggere

“Storia e storie della Grande Guerra”: appuntamento a S. Giovanni in Fiore il 26 maggio


Con “Storia e storie della Grande Guerra”, San Giovanni in Fiore commemora la Prima Guerra Mondiale, accreditandosi a livello nazionale per il suo inserimento nel Programma ufficiale di celebrazioni promosse dal Governo, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale). L’evento, che si articolerà nell’intera mattinata del 26 maggio con tre iniziative concatenate, è stato organizzato dall’assessorato comunale alla cultura, guidato da Milena Lopez, ed ha ottenuto il patrocinio della Regione Calabria e dell’ICSAIC. Proprio l’ICSAIC, con il suo presidente Prof. Pantaleone Sergi e il suo direttore Prof. Vittorio Cappelli, porta avanti, in sinergia anche con la Regione Calabria, una serie di iniziative per commemorare il centenario della Prima guerra mondiale e le vicende che interessarono l’eroica  Brigata “Catanzaro”.
Continua a leggere

Alberto De Bernardi parla di “Fascismo, Resistenza e memoria della Repubblica” il 24 maggio a Rende

Alberto De Bernardi,

“Fascismo, Resistenza e memoria della Repubblica”: su questo tema, nel quadro delle iniziative “Le Radici del presente”, il prof. Alberto De Bernardi, dell’Università di Bologna Alma Mater e vice presidente dell’Istituto Nazionale “Ferruccio Parri”, giovedì 24 maggio alle 17,30 terrà una conferenza al Museo del Presente di Rende. L’iniziativa è promossa dal nostro istituto, dal Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università della Calabria (Dispes), dal Comune di Rende e dal Laboratorio di ricerche storiche, filosofiche e politiche. I lavori saranno introdotti dalla professoressa Marta Petrusewicz, Assessore alla cultura, comune di Rende e docente all’Unical. Con De Bernardi discuteranno i professori Francesco Raniolo Direttore del Dispes, Vittorio Cappelli, docente all’Unica e direttore dell’Icsaic, e Brunello Mantelli  Docente all’Unical.  Continua a leggere

Uno studio per ricostruire l’emigrazione delle Calabrie nel mondo


«Grazie alla Regione Calabria che ha proposto alle università calabresi di elaborare un progetto di ricerca sulle “esperienze di vita e i percorsi professionali dei calabresi nel mondo”, pensiamo di dare finalmente una dimensione quantitativa e qualitativa aggiornata dell’emigrazione calabrese. E contiamo di farlo, qualora il nostro progetto sarà finanziato, con un impegno di spesa modesto e la collaborazione dei maggiori studiosi del fenomeno migratorio».

Il prof. Brunello Mantelli

Lo ha detto conversando con i giornalisti il prof. Brunello Mantelli, docente di Storia Contemporanea nel Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria. All’incontro, che si è svolto nella sede dell’Icsaic (Istituto calabrese per la storia dell’Antifascismo e dell’Italia contemporanea), hanno partecipato anche il prof. Vittorio Cappelli e il prof. Pantaleone Sergi, rispettivamente direttore e presidente del Centro di Ricerca sulle Migrazioni che ha sede nella stessa Università. Continua a leggere

Il 23 maggio a Scalea una iniziativa di Icsaic e Comune sulla Brigata Catanzaro

Luci e ombre della “Brigata Catanzaro”, storia di grandi imprese e fatti eroici che durante la Prima Guerra Mondiale la coprirono di gloria, ma che terminarono con la decimazione dopo un episodio di ammutinamento emblematico delle condizioni in cui quella guerra, ancorché vinta dal nostro Paese, venne condotta. Se ne parlerà a Scalea il prossimo 23 maggio. Continua a leggere