La “Giornata della Memoria” a Lauria: studenti protagonisti contro pregiudizio e indifferenza di ieri e di oggi

LAURIA (Potenza) – Si è tenuto presso la Sala Atomium dell’IIS “N. Miraglia” di Lauria un incontro dedicato alla “Giornata della memoria” organizzato dall’ANPI sezione di Lauria – Valle del Noce in collaborazione con gli Istituti scolastici cittadini. Il dirigente scolastico del Miraglia, Natale Straface, ha aperto i lavori del convegno che ha visto coinvolti gli studenti del Miraglia e dell’istituto Ruggero di Lauria in un dibattito, risultato fecondo di contributi, con il giornalista e storico Pantaleone Sergi, che ha parlato dell’indifferenza di ieri e di oggi davanti ai pericoli del razzismo, della xenofobia e dell’antisemitismo e ha spiegato che la memoria storica deve essere rafforzata per affrontare i problemi attuali, e lo storico Giuseppe Ferraro rappresentante dell’ICSAIC, l’Istituto calabrese per la storia dell’Antifascismo e dell’Italia contemporanea, il quale ha sviluppato, con l’ausilio di appropriate immagini, il tema della genesi e dei mutamenti del pregiudizio che ha portato all’orrore della Schoa.

Rita Galietta ha moderato l’appuntamento intitolato “Perché è necessaria la memoria storica?” al quale c’è stata anche la partecipazione di Antonio Cosentino rappresentante della sezione locale Associazione Nazionale Partigiani Italia. Gli studenti avevano preparato varie rappresentazioni: una di queste li ha visti protagonisti della lettura di alcuni passi salienti del Diario di Anna Frank, un’altra ha ripercorso la storia di un carabiniere internato militare in Germania.

Tante le domande formulate dagli studenti. Durante il dibattito è emerso un alto livello di discussione, partecipato e attento, a conferma che la scuola è senza dubbio un presidio di cultura in grado di formare giovani consapevoli critici e sensibili.

RSS
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube
Instagram