Manco, Floro

Floro Manco [Scalea (Cosenza), 10 ottobre 1875 – Barranquilla (Colombia) 13 settembre 1954]

Nato da Antonio e da Carolina Lamboglia. Emigra da giovane in Argentina, dove vive uno zio, che è proprietario di una fabbrica di sigari. Impara a fotografare, lavorando con un suo cugino. Si sposa con Angela Forgioni, dalla quale ha cinque figli. 
Dall’Argentina si sposta in Brasile e poi in Venezuela, a Barquisimeto. 
Nel frattempo, suo padre, gioielliere a Barranquilla, muore. Conseguentemente, nel 1904, si reca in Colombia e apre uno studio fotografico a Barranquilla. Successivamente ha una relazione con Dilia Palacio, dalla quale ha altri tre figli. Negli anni seguenti diventa un pioniere del cinema muto: nel 1912, gira il film-documentario El Triunfo de la Fe, prodotto dalla fabbrica di sigari La Fe, e successivamente alcuni documentari sul Carnevale di Barranquilla. Più tardi apre un negozio di prodotti fotografici e negli anni Venti vende radio olandesi (Philips) e tedesche (Ekophone). Dopo un soggiorno negli Stati Uniti, a Rochester, presso la Kodak, apre un negozio di ottica.
Negli anni di crisi della seconda guerra mondiale, si dedica a molteplici attività, tra cui quella di costruttore. Risposato con Raquel Bermùdez Gutiérrez, ha altri sette figli, da Emma (1919) a Dino (1940). Riesce a sottrarsi all’amministrazione fiduciaria dei beni da parte del Fondo de Estabilizaciòn del Banco de la Republica, avendo intestato tutto, nel 1939, alla moglie Raquel Bermùdez.
Muore all’età di 79 anni.
Uno dei suoi figli, Dino, è autore di una rassegna sulla comunità italiana di Barranquilla.
Si ha notizia anche di altri suoi figli, Anibal e Guido, nati rispettivamente nel 1922 e nel 1936 dalla relazione con Evelyn Donado. (Vittorio Cappelli) © ICSAIC 2020 (NOTA SINTETICA)

Nota bibliografica

  • Dino Manco Bermúdez, Nuestro ancestros. Colonia italiana en Barranquilla, Man Comunicaciones, Barranquilla 2000;
  • Vittorio Cappelli, Nelle altre Americhe. Calabresi in Colombia, Panamà, Costa Rica e Guatemala,La Mongolfiera, Doria di Cassano Jonio 2004, p. 150;
  • Vittorio Cappelli, Tra “Macondo” e Barranquilla. Gli italiani nella Colombia caraibica dal tardo Ottocento alla Seconda guerra mondiale, «Altreitalie», 27, 2003 (traduzione spagnola in «Memoria & Sociedad», 20, 2006);
  • Testimonianza di Maria Elvira Dieppa, Barranquilla, 28 giugno 2003; 
  • José Nieto Ibáñez, Floro Manco. Pionero del Cine Documental Colombiano,  Publisada, Barranquilla 2012.

Nota archivistica

  • Archivo del Banco de la República, Fondo de Estabilización, Bogotà.
RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
Instagram